La primaVERA maniFESTA 2015

11401554_847232025324110_5397785078493453913_n-1Sabato 20 giugno a Villa Baldassarri nel cuore del borgo ritorna una grande festa di comunità in un piccolo paese del Salento. L’idea alla base dell’iniziativa è provare a sviluppare un percorso di resistenza consapevole per la difesa del saper fare e di tutto quel patrimonio immateriale comunitario costantemente mortificato dal processo di omologazione del pensiero.

«Non c’è altro modo di generare cambiamento se non a partire dal basso, dalle comunità e dalla loro consapevolezza». È questo presupposto con cui l’associazione ARCI “lab. Omar Moheissi” organizza per l’ottavo anno consecutivo “La primaVERA maniFESTA: Autoproduzione, dono e ospitalità”.

Il programma della manifestazione è articolato: partecipazione attiva della comunità e diverse associazioni hanno offerto il loro contributo, tutti uniti dalla convinzione che una società sobria, equa e giusta sia non solo possibile ma necessaria. Al centro della serata conviviale ci saranno musica, spettacoli per grandi e piccoli, leccornie locali e vino contadino a cui si aggiungerà baratto e dono grazie al contributo degli amici che hanno animato in questi anni i progetti di “Bazar del Dono” e “Cianfrusoteca”.

Non mancherà un momento di riflessione e di confronto con un dibattito sui temi legati alla manifestazione. Quest’anno troveranno spazio esperienze virtuose come “Sfruttazero – autoproduzioni fuori mercato”, un progetto di autoproduzione di salsa di pomodoro, nato per combattere la piaga del caporalato e restituire dignità alle persone, “Le’nticche – catering etico”, progetto nato dalla volontà di offrire un servizio di ristorazione critico e attento all’ambiente e alla salute, e infine, Natalino Del Prete, storia di un autentico vignaiolo, tra i primi contadini a produrre e sviluppare l’agricoltura biologica in Italia. Prenderanno parte alla discussione anche Filippo Sestito, dirigente nazionale ARCI e Fabio De Nardis, docente di sociologia dell’Università del Salento.

«Nella festa vediamo l’opportunità di manifestare la nostra convinzione che un’altra idea di comunità è ancora possibile costruirla. Per noi è una giornata vissuta nella convivialità delle relazioni, in cui è possibile affrancarsi dal denaro, fruire di cultura, gustare insieme le specialità culinarie e, nello stesso tempo, riflettere sulla dimensione comunitaria» è quanto fanno sapere dalle associazioni organizzatrici.

A vario titolo offrono il loro contributo al progetto le associazioni Il Formicaio, FucinAsud, Cianfrusoteca.

Sabato 20 giugno, vi aspettiamo, tutti in piazza, per costruire insieme una società conviviale.

Leggi il programma completo della giornata:

 ore 19.00 apertura con banchetti del dono e del baratto

ore 19.30 Pillole di cambiamento
PRATICHE VIRTUOSE, MODELLI DI OSPITALITA’, CONNESSIONE TRA PROPOSTE E CONFLITTI

La comunità è il punto di partenza da cui occorre rilanciare una visione nuova del mondo, attivando processi di consapevolezza, di condivisione e altri modi di immaginare i rapporti economici e sociali. Le pratiche virtuose sono le utopie comunitarie che tracciano un’idea nuova di sviluppo centrata sul primato delle persone e non dei profitti. Scenari possibili a confronto fuori dall’omologazione neoliberista.

Saluti
– Le comunità snodo del cambiamento – Lab. Omar Moheissi
Introduce e coordina:
ALESSANDRO TAURINO – Università degli studi di Bari
– Comunità e partecipazione: un work in progress permanente
UTOPIE CONCRETE
– SfruttaZero – Autoproduzioni fuori mercato
GIANNI DE GIGLIO – associazione solidaria
– Le’nticchie – catering etico
CHIARA COTA – società coop. “Le Baccanti”
– Vino critico e naturale
NATALINO DEL PRETE – vignaiolo

PRATICA IN CERCA DI TEORIA
intervengono:
– FILIPPO SESTITO – coord. Naz. Gruppo di lavoro ARCI – beni comuni e ambiente
– FABIO DE NARDIS – Università del Salento – rete territoriale dei conflitti

Ore 21.00 TAVOLATA CONVIVIALE NELLE VIE DEL VINO AUTOPRODOTTO
Focacce, pizze rustiche, pizze di patata, dolci, vino autoprodotto e quant’altro sono il dono della comunità.

Ore 21.30 Spettacolo per bambini
Le bolle di sapone giganti” di Simone Melissano

Ore 22.30 LIVE – TRIO D’EAU

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>